Il PASCAL (laser a scansione di pattern), con tecnologia Synthesis, è il nuovo sistema per il trattamento fotocoagulante della retina e per il trattamento del glaucoma. La sua unicità è la possibilità di realizzare pattern di spot legati a geometrie variabili e relazionati alla patologia da trattare. Tramite algoritmi di Intelligenza Artificiale (Endpoint Management ™)* è in grado di calcolare un trattamento con la massima potenza in tempi di esposizione nell’ordine dei millisecondi.
Il PASCAL utilizza la lunghezza d’onda del Giallo (577 nm), rispetto ai laser tradizionali che utilizzano la lunghezza d’onda del Verde (532 nm), con un impatto di conseguenza molto meno aggressivo.

Le patologie trattabili con questo sistema sono molteplici e localizzate sia nel segmento anteriore che in quello posteriore dell’occhio, incluse quelle a carico della coroide.
• Retinopatia diabetica proliferativa e non
• Neovascolarizzazione coroidale
• Occlusione della vena di branca e della vena centrale della retina
• Degenerazione maculare senile
• Degenerazioni a lattice
• Lacerazioni e distacchi retinici
• Iridotomie

Il trattamento di queste patologie è più veloce e preciso:
• sequenza di trattamento prestabilita
• geometria del pattern
• diametro degli spot
• potenza e tempo di esposizione

Il PASCAL (Pattern Scan Laser) è costituito dall’unità laser, una lampada a fessura con il laser coassiale, ed uno schermo touch screen per la gestione dei parametri del trattamento.

Questo nuovo sistema offre la possibilità di:
• selezionare pattern di spot prestabiliti derivati dalla pratica clinica del trattamento delle retinopatie

• variare (entro limiti di sicurezza) tempo di esposizione, potenza del fascio laser erogato, diametro del singolo spot. Al variare di ogni singolo parametro, il sistema ricalcola l’entità di energia termica erogata al paziente.

In questo sistema, una volta definito il posizionamento del pattern, tutti gli spot che lo costituiscono vengono trattati ed eseguiti in maniera automatica.

Mentre con un laser tradizionale un trattamento tipo sarebbe durato 20/30 minuti, con il PAttern SCAn Laser durerà 2 secondi.

La possibilità di modificare la potenza, lasciando invariata l’esposizione su tempi molto brevi, permette di esporre il paziente a un flusso di energia termica pari a meno di un quarto di quella ottenuta con i laser convenzionali.

I vantaggi del PASCAL in sintesi:
• aumento delle prestazioni del trattamento con notevole riduzione del dolore
• drastica riduzione del tempo impiegato per ogni trattamento
• riduzione del numero di trattamenti
• agevolazione per i pazienti ansiosi
• riduzione di effetti collaterali e rischi
• riduzione di somministrazione di farmaci
• comfort e soddisfazione del paziente.

* L’Endpoint Managenent ™ è un processo che utilizza l’Intelligenza Artificiale per ridefinire la terapia laser: l’oculista esegue una simulazione diagnostica con l’invio di spot di prova. Lo strumento, attraverso il suo algoritmo operativo, calcola e suggerisce la potenza ideale da impiegare.

Con l’avvento di questa tecnologia, sono nate nuove possibilità terapeutiche, in particolare per la maculopatia e per il glaucoma.

Sia nelle forme di maculopatia edematosa che nelle forme di maculopatia degenerativa, si può utilizzare la tecnica definita macula sottosoglia. Lo strumento, anziché produrre una coagulazione, stimola una rigenerazione degli strati profondi della retina con eliminazione dei liquidi dannosi.

Per il glaucoma si usa una tecnica denominata PSLT ™. Si tratta di una terapia computerizzata mini-traumatica che riduce con successo la pressione intraoculare. Su questa Trabeculoplastica Laser sono stati pubblicati nel corso del 2019 articoli scientifici sulle più prestigiose riviste mediche mondiali.

Nessun altro articolo